Die Meinung unserer Schüler

Porta d'Oriente, Italienisch Sprachschule in Italien

Studenten die unsere Italienisch Sprachschule besuchen

Das Durchschnittsalter der Studenten, die an unseren Italienischkursen teilnehmen, liegt zwischen 34 und 60/70 Jahren. Sie sind weder zu alt noch zu jung, um an unserer Schule Italienisch zu lernen. Unser jüngster Schüler war 4 Jahre alt und unser ältester Schüler war 77 Jahre alt.

Unsere Studenten kommen aus der ganzen Welt: Nordamerika, Europa, Japan, Australien und Neuseeland; Südamerika. Die Verteilung der verschiedenen Nationalitäten pro Periode ist immer homogen und dies fördert die Verwendung von Italienisch als gemeinsame Sprache.

In unserer Italienisch-Sprachschule finden Sie verschiedene  Personen: Studenten, Lehrer, Angestellte, Rentner, Manager, Unternehmer, Unternehmensberater, Wirtschaftswissenschaftler, Rechtsanwälte, Verkäufer, Hausfrauen, Journalisten, Reiseveranstalter, Dolmetscher, Designer, Religionswissenschaftler …

Der Kurs, der gewählt werden kann, dauert mindestens 1 Woche bis 6 Monate; Die meisten entscheiden sich für einen Aufenthalt von 2 bis 4 Wochen. Der Kenntnisstand unserer Schüler ist: Anfänger 29%, Mittel 35%, Fortgeschrittene 35%.

Die Studenten, die unsere Italienischkurse wählen, haben ein mittleres / hohes kulturelles Niveau und Interesse an der italienischen Kultur. Dies bedeutet eine starke Teilnahme an den kulturellen Aktivitäten, die unsere Italienisch-Sprachschule anbietet: Führungen, Seminare usw. In den letzten zwei Jahren haben alle Schüler an mindestens zwei von der Schule vorgeschlagenen kulturellen Aktivitäten teilgenommen. Die Schülerquote, die an den von der Schule vorgeschlagenen Führungen teilgenommen hat, lag über 90%.

Der größte Teil der Studenten hat bereits andere Italienischkurse in Italien und im Ausland besucht. Ein guter Prozentsatz, der die Mischung aus kulturellem Angebot, herzlicher Atmosphäre der Schule und der reichen Region zu schätzen weiß, besucht uns wieder.

Entdecken Sie die Erfahrungen der Studenten, die in den vergangenen Jahren hier waren.
Alle veröffentlichten Kommentare sind spontan und unaufgefordert.

Cynthia from California

Dear Barbara: I am back in California and I enjoyed seeing the beautiful images on the CD you gave me. Thank you! The memories of those special places are etched onto my soul. Thanks again to you and Angelo for being so gracious and hospitable. I truly mean it when I say that we are friends.
I think of you often, and I have told many people about you and our wonderful experiences there. Yes, you succeeded in transmitting me something: a sense of the culture, the history, the spirit of the region… AND a real friendship that I hope will endure. You are an amazing woman.
Cynthia says about us I may not have a talent for languages, but I do have a talent for dreaming, and I still hope to learn Italian someday -little by little over the years. (I have an Italian heart, even if my words come out in English.) Obviously I will need much more than one week of morning classes!
I have compiled a slide show on my computer to share with my friends here. The images are of Otranto and the places you took us, and the soundtrack is the music you introduced us to (Pizzicarella). I also started reading The Name of the Rose by Umberto Eco. And I’ve been trying to find a DVD of Edoardo Winspeare’s Il Miracolo (I have not yet succeeded, but I will.) You see? You have influenced me a great deal.
Fariba is back in Laguna Beach of course, and I am here at the Hollister Ranch, so we have not seen each other since we got back, but we are both savoring the memories of our trip. We had a great time in Rome, also.
Were you able to view the images I sent with my previous e-mail? I can send you a few more pictures if you would like.
Of course I will come back someday. And I hope you will come to California someday too.
Here is the address of my website: http://www.zacatecanyon.com
Please stay in touch, Barbara. I will look forward to hearing from you.
My love and good wishes always to you and Angelo.
baci e abbracci, Cynthia

Dianne Place (London)

Why not combine a course learning Italian with sunshine, history, culture (and a bit of beach) in the beautiful Salento region of Italy?

 

I have just returned from a two week stay in Otranto, a small, charming, friendly seaside town deep in Puglia, southern Italy – the ‘heel’ of Italy’s boot.  Historically the far south has always been considered the poor relation compared to the more affluent north.  However, this area enjoys a rich cultural heritage and a very interesting history (yes, Horace Walpole, son of British Prime Minister Sir Robert Walpole did write ‘The Castle of Otranto’, the first supernatural English novel and one of the most influential works of Gothic fiction) and the town’s people were kindness itself  -especially when in my very basic Italian I was forced to enlist their help and support for the first four days of my visit when I discovered that my suitcase had not managed to get on the same flight as its owner.

I had signed up for a two week course at the Scuola Porta d’Oriente (www.porta-doriente.com) in Otranto, a small but charming language school.  After facing a rather daunting looking test paper on the first morning so that we could be assigned to a class of the appropriate level, we were taken on a guided introductory tour of the town, thus beginning our immersion into the language.  During the following two weeks there followed a series of daily lessons, in which our teacher Barbara led us through a diverse and always wholly compelling sequence of activities in the classroom (and kitchen where one day we made pasta). The school prides itself on being small and therefore able to tailor the lessons to the interests and abilities of the learners and Barbara was indeed at the outset keen to know from all of us just what our expectations were as well as our interests: we were seven in the class and therefore had ample opportunity for speaking practice.  She is a skilled practitioner and patiently and clearly communicated her passion for and knowledge of the history, culture and of course the language of her birthplace.  She seems to have a never-ending stock of interesting articles to read, video clips to watch and games to play and the lessons flew by as one activity morphed seamlessly into the next, all the while gently encouraging her students with empathy and good humour.

Otranto may be small and a little off the beaten track (and is, I suspect, very different in August when you may have to fight for a space on the beach) but a course at the school will be an enriching experience in every sense of the phrase.

Nándor

Cara Barbara, sei molto gentile ma io non c’entro o c’entro poco:) con la scelta di Nora.

Non é stato difficile  lodare la tua scuola ( e la professoressa Barbara), la tua cittá e il Salento perché quel soggiorno mi aveva  dato molto e forse -non me lo crederai – ma mi ha dato ispirazione e voglia durante l’anno scorso.

Grazie di nuovo!

Un abbraccio.

Das war der beste Italienischkurs, den ich bisher besucht habe. Eigentlich wollte ich nur 1 Woche einen Kurs besuchen und danach 1 Woche Urlaub machen. Aber der Unterricht war so spannend und inspirierend und lustig, daß ich auf 2 Wochen verlängert habe.

Barbara kann sehr gut erklären und gestaltet den Unterricht nicht in starre Grammatik und Konversation. Sondern es gibt sehr spannende Themen, die besprochen werden, und gleichzeitig fließen die Regeln der Grammatik ein und in der Diskussion üben wir die Sprache.

Was mich aber am meisten beeindruckt hat ist das ungeheure Wissen von Barbara. Sie weiss sehr, sehr viel über Geschichte, Kultur und Anthropologie und Ihre Begeisterung und Neugierde sind ansteckend.
Es war eine wunderschöne Erfahrung, die ich gerne weiterempfehle!
Ute aus Wien

Lionel and Christine from London

Lionel and I loved the school because:
– They have a nice, professional, dynamic team and they are very flexible, they can adapt their lessons to your needs.
– They are located in Otranto, it’s a beautiful, very interesting and incredibly rich in history part of Italy.
– The school organised historical tours that were very pedagogic and all Italian speaking, so you keep practicing.
We spent only 1week because it was all we could get without the children but we would have love to be able to stay 2 weeks (Ithink it’s the best way to really learn more).
Tina

Linda from U.S.A.

cara Barbara,
Mi piace il tuo messagio. Sto bene. e tu?Linda says about us Tobi ed io siamo ritornate una settimana fa. Siamo andate a Lecce e a Londres prima di andare a casa. Sono contenta di essere a casa, ma all’altro lato, mi mancano la Puglia, Otranto, e specialmente, i miei amici nuovi.
Il tempo a Porta d’oriente era significativo perche ho incontrato molte cose di considerare. Sopra tutto, era un ‚incontro delle mente‘ (frase inglese) tra tu e me che suggerisce la possibilita di un’amicizie.
Parlare and pensare della cultura, economia, societa, le fede sono molto stimolante.
Ora sono molto occupata perche ho deciso di vendere una picolissima casa che ho comprato come un affito. Un racconto lungho……. ma adesso, la preparo per vendere. Devo lavorare in giardino, pulire la cucina, etc., etc. Ma mi piace il lavoro perche c’e un obiettivo.
Tra poco ti mandero le fotografie ed il mio racconto della Puglia.
Anche a tu, un baccio e un abbraccio forte. Poi un baccio a Valentina. Mandero a Valentina un foto di nostra cena „potluck“.
Linda

Maryse et Sylvianne from Belgium

Chère Barbara,
Nous voici bien rentrées de vacances, un peu mélancoliques d’avoir dû abandonner l’Italie.
Nous avons été enchantées des cours que tu nous a donnés et entretenons notre italien en lisant dans la langue: nous ne voulons pas perdre les bénéfices obtenus. Autrement, nous restons épisodiquement en contact avec ce cher Ulrich, qui est devenu très populaire, puisqu’il a été invité par mes amis Romains à résider à Rome pour des vacances.
D’autre part, nous aimerions beaucoup mettre sur pied une école de langues privée, et, à ce propos, pourrais-tu nous fournir les coordonnées exactes de ton amie française (ton amie qui a créé une école de langues à Montpellier) ainsi que son adresse e mail. En attendant de tes nouvelles, nous t’embrassons, ainsi que ce cher Angelo.

Martina from Germany

Cara Barbara, sono ritornata in Germania e volevo ringraziarti tanto per un tempo meraviglioso ad Otranto, in Puglia. Non c’era il tempo a dirti molto sui miei pensieri, quindi lo faccio adesso:
Volevo ritornare in Puglia proprio per sapere di piu`della societa`, della cultura, della vita pugliese con tutti gli aspetti positivi e negativi perche´mi sento molto legata con questa regione. E tu, ci hai mostrato tantissimo delle cose importanti fra solo due settimane. Avevo davvero l’impressione di viverci. L’anno scorso quando era in Puglia la prima volta non pensavo mai di sviluppare una passione, un sentimento cosi`forte per una regione, per un paese. Ero curiosa di vedere la patria di Fortunato, uno mio amico, e volevo vedere Matera, perche´il libro ‚christo si e`fermato a Eboli‘ e`stata il libro piu`impressionante che abbia mai letto. Ma poi. Mi trovo sempre tanto bene in Puglia ed abiterei volentieri qualche tempo dovunque, a Bari, Lecce oppure in un paesino, per conoscere la societa`in un modo giusto. Questo non e`mai possible fra due settimane oppure anche fra un mese. Senza lavorare e vivere con la gente si e`sempre un turista. E anche adesso ho il sentimento che io debba ritornare un‘ altra volta per stare piu`lungo. Molto confuso per me perche´normalmente preferisco vedere sempre dei posti nuovi. Dall’altra parte ho parlato con molte persone che hanno mostrato a me delle possibilita`per trovare una pratica, un lavoro, alla fine per viverci. Allora sembra che anche la Puglia si apra per me e offra qualcosa.
Comunque, tutto quello era un’esperienza molto importante per me, devo riflettere su tante cose, e mi hai aiutato molto con la tua grande passione di spiegarci tutto. Adesso cerco di continuare con la lingua italiana sul serio e forse potrei diventare anche una tradutrice un giorno lontano. Poi riesco a capire meglio i problemi del mio amico pugliese che ha lasciato un tempo terribile dietro di se´. Anche questo e`una buona cosa per aiutarlo piu`efficiente. Per il futuro piu`vicino sara`abbastanza, o no?
Allora, tanti saluti a tutti.

Hannes from Germany

Cara Barbara,
ringraziamo per la bellissima settimana che abbiamo potuto passare ad Otranto grazie alla Tua organizzazione e mediazione. In particolare abbiamo apprezzato molto il corso di lingua e cultura.
Quasi, quasi mi rincresce di non aver partecipato anch’io di più alle ore di conversazioni sulla cultura del Salento, con tanto di „tarante, messapi, tarantate“ ecc.
Magari vi sarà un’altra occasione, visto che siamo tornati tutti entusiasti tra le ns. montagne! Così, una volta tanto, autorizziamo Voi, gente di mare, ad invertire lo slogan (life is mountain, not beach) di noi solitamente orgogliosi montanari in „live is beach, not mountain“.
Grazie ancora e tanti cari saluti a tutti Voi (in particolare anche ai Vs. „scolari“ americani)!

Wendelgard from Bolzano

Cara Barbara!
Anch’io non vorrei lasciar passare i giorni senza averti prima mandato i miei più cari saluti dalla nostra vallata, dove la temperatura è scesa sotto i 12°C e piove da giorni. Abbiamo vissuto delle vacanze bellissime ad Otranto grazie sopratutto ai corsi d’italiano, alla gente che abbiamo conosciuto e alla bellezza del Salento. E finora non è passato un giorno dove non ci sono mancati i colori del vostro mare e della vostra terra, il cinquettio dei milliaia passeri sulle vostre palme, il suono dei motorini e le paste deliziose la mattina, l’acquamarino della baia di Porto Badisco, il sapore delle maritate e dell‘ vostro olio, la linearità e l‘ intimità della città antica. L’ottima atmosfera a scuola, l’amicizia tra i bambini americani e i nostri e infine la tua impressionante conoscenza della cultura italiana accompagnato dal tuo modo così caro di presentarcegliela hanno fatto di queste ferie purtroppo troppo brevi un’esperienza bellissima!
Il ricordo di queste vacanze ci accompagnerà durante il lungo periodo invernale e ci faciliterá di pensare alla prossima estate, dove speriamo di rivederci!
Saluti a tutti, sopratutto ai nostri amici americani (magari[!!!] si potrebbe fare un bis l’anno prossimo coi corsi per i bambini?) e un’abbraccio caloroso da parte mia.

Anna from Sweden

Ciao Barbara!
I just wanted to say hello to you because I never got the chance to say goodbye to you. I said I was going to say goodbye to you before I left Otranto but I arrived to late the day I was leaving, the school was closed and you and Patricia had left.
I was very sad to leave Otranto and Italy, I have had a wonderful summer, I got to know a lot of new people and got a lot of new friends.
I was staying two more weeks in Italy before I went home to Sweden, I went to St Benedetto del Tronto, Verona and Venezia, but I must say that I liked Otranto and Salento much much better. I am really happy that I chose to come to the south of italy and not to the northern part. The people are more friendly in south, more open, it is more cheap, there are not many tourists from other
countries and the food is much better! In Verona I heard more people speak German on the streets than italian and if I spoke italian to some of the italians, they replied in German or English!!! The food was both more expensive
and did not taste as good in the south! For me, the genuine and real Italy is in the south and I will definitaly come back to Salento and Otranto some day.
It was so hard to leave, at the end I was almost feeling like one of the inhabitants because everywhere I went people said; Ciao Anna, come stai?
I think I have learnt some italian to, from almost knowing no italian at all when I arrived, I was able to help to translate between Italian and English in Verona the last week. Some Japanese tourists and an italian man that worked at the railwaystation had some communication problems so I was helping them to understand each other. So even if I have not studied so much during my spare time in Otranto as I could have, I guess I have learnt pretty good anyway.

Thank you Barbara for everything. It has been the best summer in my life! And please, say hello to Patricia from me….
Love Anna

Ann from U.S.A.

The Otranto region allows, whoever is prepared for it, to discover secret treasures and magic places.
„Questa é la scuola“, tells us Angelo when he drove us to where we would be staying. But where he points out we cannot see much. One house, just like the one to the right and the one to the left. One wonders how will the school, which looked so attractive in internet, be.
But the competence, energy, intelligence and sensitivity of Barbara make very quickly for the first impression. She realises the needs of her different students and puts herself immediately to work conveying a cultural dimension to the teaching of the language. With a very professional approach and love and care for what it does, all the staff of the school gives its students the keys to discover the particularities of this Salentine region, somehow abandoned from central decision-making powers.
In Otranto one feels relaxed and safe. Far away remained the obsession for mobile phones and the frantic comings and goings of people one senses in other parts of Italy. Local inhabitants are helpful and even nice if given enough time. Food is fresh and of good quality.
Landscapes with endless olive tree plantations and a red land rich in bauxite gives a sense of vitality. The sea is intensely turquoise. The long walks along the seaside, on wild little roads, amidst rocks and against strong winds, talk of remote times.
And it is precisely that what gets to you more: the sense of being in the bosom of civilization, the place where so many Eastern and Western cultures have met, giving rise to what is today modern world. This is how one can let the imagination fly away in front of the few remains of the Basilica di S. Nicolò di Casale (where Barbara recommends us to go), where so many Medieval researchers met to read, translate and study sacred and non sacred books. This is how one feels awe admiring the fantastic huge mosaic floor of the Cathedral, where the references to different philosophical and spiritual theories enlace in a huge Tree of life. In the cathedral we meet the expert, Father Gianfredda, a man immensely cultivated and wise. The Greek references are not only in the language, but in traditions and customs, and of course in the Grecía salentina with its quiet small villages which offer exquisite squares, churches and frescoes. Not to be missed the tour organized by Barbara in that area.
Salento is as well the region of the „tarantismo“ and the „pizzica“, aspects to which the school also opens windows of study.
A week was not enough to grasp a region quite unknown but extremely interesting. The door is open to come back.

Benedicte Maire from France

Bonjour à toutes et tous ! J’ai suivi en avril dernier les cours de la Scuela Porta d’Oriente pendant 2 semaines, au niveau débutant/A1, avec Giada, professeur d’italien langue étrangère.
Les méthodes pédagogiques mises en place par l’école m’ont parfaitement convenu. Le professeur, par sa patience et son attention de tous les instants, que ce soit en situation de cours particuliers ou de cours par petits groupes, m’a encouragée et guidée dans mon apprentissage balbutiant. Au bout de 2 semaines de cours, j’ai pu avoir des petites conversations, dans la rue, avec de parfaits inconnus, en les comprenant et, encore mieux, en me faisant comprendre. La région du Salento, surtout en ce début de printemps est paradisiaque : une mer propre, chaude et calme, des paysages côtiers magnifiques et une campagne lumineuse, un patrimoine culturel très riche, à Otranto et dans ses environs, des produits délicieux et des habitants vraiment sympathiques et chaleureux ! Je recommande donc la Scuela Porta d’Oriente et Otranto et ses environs si vous souhaitez apprendre l’italien tout en passant de merveilleuses vacances.
Bénédicte

Hello everybody ! I’ve followed a 2 weeks course at Scuela Porta d’Oriente in spring, at a beginner level, with Giada, a very dedicated teacher. The pedagogical methods implemented by the school suited me perfectly. The teacher, patient and very mindful, whether during private or group classes, has encouraged and guided me in my first steps in Italian. After 2 weeks, I was able to have short conversations with native speakers. The Salento region, especially in this first days of spring, is a paradise :the sea is clean, warm and quiet, the landscapes really splendid, the cultural patrimony is very rich, the city of Otranto and area is really nice, the food is delicious and the inhabitants are incredibly friendly. I do recommand Scuela Porta d’Oriente, in the Pugglia region, if you wish to learn Italian while spending unforgettable holidays.
Bénédicte

Claudia from Germany

Barbaras unterricht war sehr wertvoll für mich. sie verbindet spannende kulturbildung mit effektivem sprachunterricht. sie achtet immer sehr genau auf die sprachstruktur und eingeschliffene fehler, aber dabei verliert sie den inhalt nie aus den augen und geht sehr auf ihr gegenüber ein. noch dazu ist sie eine tolle führerin in und um otranto, die uns die schönheit des salento auf herzliche weise gezeigt hat.

Marie from U.S.A.

Cara Barbara
ora siamo ritornati a casa e abbiamo ancora l’orario solare.
Venerdì, cioè il nostro ultimo giorno in Puglia, è stato meraviglioso. A comminciare la visita di mattina in cattedrale, poi siamo riusciti a vedere le figurine paleolitice a Maglie, carine e affascinanti, e gli affreschi a Galatina e Soleto. Sopratutto gli ultimi ci sono piaciuti, perchè la chisetta ha un‘ atmosfera molto particolare. Purtroppo non ho sentito nessuno griko, anche se ho parlato con un gruppo di signori, che erano abbastanza anziani.

Le lezioni da te e Giada mi sono piaciute moltissimo. Sei un’insegnante bravissima, infatti una dei più bravi insegnanti delle lingue che abbia mai avuto – e nella mia vita lunga ne ho incontrati molti. Le lezione sono state piacevoli, interessanti e utili e fatte con allegria e velocità. Hanno rinforzato la mia voglia di continuare i miei studi della lingua italiana. Questo è un risultato di cui sono molto contento.

Bo from Sweden

Ciao, Silvia, Diana e Barbara!
E stata un piacere incontrarvi ad Otranto e condividere questi bellissimi momenti con voi tutti!
Spero di rimanere in contatto con ciascuno di voi.
E grazie a te per avere creato e condotto un corso meraviglioso per tutti noi!

Judith from Holland

Buona sera carissima Barbara,
Ti scrivo da Ventimiglia.
Non sono ancora a casa mia, dove si trovano i miei libri dall‘ arte Romanesca, quali mi piaciono tanto e ne sono sempre di lá.
Vorrei ringraziarti per i giorni meravigliosi ad Otranto. Mi sentivo gia completamente felice con la luce, il silenzio, la vista e la temperatura.. Tanti sensi aperti !
Stare in una citta dove ci arriva, senza passare di grande quartiere industriale cattive, nel centro é (!) al mare, era per me un miracolo.
Figurati, non sappevo ancora niente, allora questo é un pó essagerato naturalmente, ho fatto magari / ormai (?) la scelta, ma peró …
E poi, la scuola. Che tu mi hai raccontato, mostrato in un corso ‚highspeed‘ Puglia, tutto che avrei voluto sapere, ne hai parlato e anche di piu.
Ho visto su internet you tube Melpignano festival con Antonio Castrignano e sai chi ci ho visto  sul film??
(Il mondo non e si grande quando hai trovato la tua ‚ strada‘): Giovanni Sollima! L’ho sentito ad Amsterdam, al Cello Bienale e prima all‘ Istituto Italiano. Ho usato la sua musica.
Barbara, avevo dimenticato domandarti che significa AB RA Â. Sai tu ?
E sai, si essiste un libro, come il Gattopardo della Sicilia, o Cesare Pavese o Elena Ferrante di Napoli, che tratta della Puglia. M’imagino che ne sarebbe tanto da scrivere.
Forse qualcosa per tu? Tomasi di Lampedusa a comminciato a scrivere quando fu 58 anni. (Non credo che fu e d’accordo, deve essere con avere ..?)
Ciao e baci, Judith

Benjamin from Switzerland

Ciao Barbara
Come stai?
Solo per dirti che….ho superato l’esame! Sono contento perché la comprensione delle lettura e la prova orale sono buone. Il risultato della produzione di testi scritti non è una sorpresa perché non l’ho praticato abbastanza. Se l’esame era importante per me, sono ancora più contente perché adesso leggere in italiano o guardare un film non mi domandano un grande sforzo: ho solo il piacere.

Sto lavorando a un album del mio soggiorno in Italia. Il mio soggiorno a Otranto rimarrà una magnifica esperienza. So dove posso prepare il CELI 5…

Ti ringrazio per il tuo sostegno e ti auguro già delle buone feste!
Un abbraccio
PS: adesso devo provare a rifare le orecchiette … Scopo 2017 🙂 Beniamino

Karoline from Germany

Pensieri sparsi sul viaggio in Puglia
Ritornata in Germania, per ragioni diverse, è un po‘ difficile mettermi nello stato d’animo in cui sono stata in Italia. La prima ragione è il tempo: in Puglia c’era ogni giorno un sole splendido, molto più luminoso che da noi, mettendo tutto ad una luce chiarissima. Faceva un bel caldo che rilassava e liberava tutto il corpo. Poi il mare azzurro, rinfrescante ma non freddo, delle quali onde leggere accarezzavano il corpo come la seta purissima. Mi piacevano anche il vento e le onde più forti che portavano l’aria fresca.
Qui in Germania invece è grigio, freddo e piovoso. Nel giardino ci sono ancora gli ultimi fiori e ortaggi che soffrono già dal freddo della notte. Le foglie cominciano a cadere dagli alberi. Tutta la natura si sta preparando per un lungo riposo, i giorni diventano brevi e si vuole stare dentro la casa accogliente.
La seconda ragione è la lingua. Mi piace tantissimo ascoltare l’italiano con la sua melodia bella e leggera (se non stanno litigando gli italiani) e parlare di qualche dettaglio che ci fa anche ridere come il “non” che viene solo usato “per liberare il suono” (“finché non …”). Questa adesso per me sembra una parola chiave: “liberare il suono”, la lingua e finalmente la mente durante lo studio, durante il mio viaggio in Puglia. Mi sentivo veramente libera viaggiando da sola in Italia per la prima volta dopo la nascita di mia figlia.
Naturalmente a casa ho un altro ruolo. La mia famiglia, soprattutto mia figlia ha bisogno di me, mi aspettano molti doveri in casa e al lavoro. E anche per questo stavo godendo ogni minuto del tempo libero e sentivo così forte la libertà che mi metteva in grado di assorbire tutto con una grande intensità.
Quando abbiamo visto gli affreschi di Soleto e Galatina mi sentivo molto emozionata e piena di rispetto perché sono davvero stupendi, anzi spettacolari! Non solo perché gli artisti hanno fatto un ottimo lavoro e i colori stanno brillando come all’inizio ma trasportano anche un modo di pensare, una mentalità con la quale sono molto d’accordo. Le figure sulle pitture sono così gentili, luminosi e hanno una tale leggerezza senza la pesantezza, la pressione e il buio che la chiesa ha portato sopra gli uomini che anch’io mi sento quasi illuminata. Guardando quest’arte, anche il mosaico ad Otranto, ascoltando le spiegazioni su tutte le influenze e tutti i simboli di altre culture e religioni mi sento allegata alla nostra storia e alle nostre radici perché sono le radici essenziali di tutta Europa. La Grecia non viene detta per caso la “culla d’Europa”, e nell’Italia del sud si sono mescolate tutte le influenze culturali, non solo europee. Questo per me è un pensiero molto avvincente. Stare in un luogo piena di storia con arte e architettura antichissima, soprattutto nelle chiese che hanno un’atmosfera speciale per me, qualche volta mi fa sentire come un piccolissimo elemento del tutto, e in fondo tutti i pensieri diversi delle culture diverse sono solo variazioni di un’unità cosmica o divina che l’uomo sta cercando per tutta la sua vita.
Quindi il mio viaggio e il corso della cultura non solo pugliese ma altrettanto europea sono piccole pietre sulla mia via per trovare me stessa e avvicinarmi a questa unità.
Grazie!

Don from U.S.A.

Time is short so I write in English.  I pray Angelo and you have a wonderful holiday!
I remember fondly my time in Otranto and all you did for me!  You’re a wonderful person.
My book continues.  No time to explain anything right now.
However, it bothered me I had such a hard time finding any information on schools in Puglia.  I wanted to make a present to you and write a lovely review on Trip Advisor which I hope will be published.  It may take a week since you‘ have not ever been reviewed on Trip Advisor.  But, your school does NOT show up easily with any google searches.  Trip Advisor is a different world altogether and it will give you some new exposure.

“One of the best of my best Italian language acquisition studies and cultural experiences.”
First, not only is Barbara Dimitri unquestionably one of the finest Italian language instructors, she is a remarkable human being who has the gift of living in the moment, and has the gift of encouragement both in helping one with learning Italian and appreciating the wonders of her part of Puglia.
It was in December of last year that I was privileged that she undertook to allow me a private program that overlapped Christmas and New Year in Otranto. One of the advantages of being in Otranto, especially at that time of the year, was the refreshing absence of hearing my native tongue in the community. It’s easiest to learn Italian, in my opinion, in places such as Otranto rather than in some major metropolitan area in Italy for the reason that when one is on a „walkabout“ in the community, and interacting with locals, if you’re in Rome, as compared to Otranto, the hotels and the restaurants and shops seem make English knowledge a requirement for staff. The staff then wants to practice their English as soon as they figure out you aren’t Italian.
The beauty of Otranto, as was a small island in the Bay of Naples called Procida, is that if I hadn’t been able to speak some Italian, I would have been lost, so to speak. Sink or swim, eh?

best Italian language acquisition studies and cultural experiences. – Otranto, Italy Traveller Reviews – TripAdvisor

Barbara and I had the experience as well of what I called „School on Wheels“ where we took a couple days and she drove me around parts of Puglia, taking me to places truly off the beaten path to show me things that as an American I would never have known to look for, but, even if I had, wouldn’t have know just how far I might venture without getting into trouble being someplace I would think perhaps I should not be. Then, there were places where we went that are open to the public but at odd hours, where Barbara has the friendships and she goes to the right people and gets keys for her showing one these lovely sites.
I’m not going to spill the beans here! I should add that Barbara speaks very good English, and I have no idea how many other languages. Of course, as my lessons were private, and I didn’t interact with any other teachers (it was the high holiday season and the school was technically closed but Barbara consented to take me in as a student) but she is a consummate professional and I have no doubt her staff is superb.
She also arranged a lovely apartment for me right across from the castle walls. It was really a great location. I hope return someday for another round of lessons!
This review is the subjective opinion of a TripAdvisor member and not of TripAdvisor LLC

Don from U.S.A.

Sir Walter Scott, the Scottish author of Ivanhoe, was a zealous admirer of Ludovico Ariosto’s epic, Orlando Furioso, and learned Italian in order to read it in its original!  As these things go, so few of us are so motivated as was Sir Scott; however, whatever your desire is for learning „la bella lingua“, it takes your own will power to first plant the seed and then want to see your language skills grow.  As you grow, if you have the assistance of a well trained gardener who has a passion for helping you flourish, you climb the language trellis and flower more colorfully–and that’s exactly what I want for myself, which is to speak this beautiful language more colorfully!  This is where Barbara Dimitry excels.  She is a master gardener, as compared to a disinterested gardener who is indifferent to whether you ever get to the trellis–and I’ve had a few of those before, but not a master gardener until having a two week, private program with Barbara.  There are no programs that instantly infuse you with the skills as someone has whose mother tongue is Italian.  But, there are programs, such as I experienced with Barbara, that improved upon what I knew from some 6 years of self study and did so in ways most delightful to behold.  She doesn’t have a formal program module–not yet, anyway, but we did what I called „School on Wheels“–and with the timing flexibility we had at the time of the year I was at her school, it was a marvelous experience and one I won’t forget.
Don

Csilla from Hungary

Sto ripensando la mia esperienza di Otranto. Veramente mi sono sentita molto bene, ho avuto fortuna di incontrare proprio Lisa e Isabell, non poteva essere migliore la sistemazione. Veramente ho studiato molto, e il mio lessico passivo non usando certe espressioni e stato attivato, e ho imparato moltissime espressioni nuove. La mia communicazione in italiano e diventata piu spontanea, ed e migliorata. Sono fortunata perche in quest‘ anno accademico nella mia classe ci sara  una ragazza italiana, cosi ho la possibilita di parlare in italiano ogni giorno. Mi piaceva molto la lezione “ Barilla“, e anch‘ io usero questi spot nel mio programma. la nostra scuola e un istituto dove si formano i ballerini, e ho parlato con gli insegnanti di ballo, e in dicembre faremo una serata di pizzica con i ragazzi. Ho gia raccolto e scaricato i film proposti da te, manca solo il tempo di guardarli. Gli effetti positivi del mio studio nella vostra scuola sono tanti: si sono sviluppate le mie competenze communicative in Italiano, sono diventata piu motivata, ha cambiato la mia mentalita e sono diventata piu attiva, ho molti progetti da realizzare. Ho conosciuto un po la cultura del Salento, e ho trovato punti comuni della nostra storia. A proposito della storia. Ho trovato chi erano i martiri ungheresi di Otranto. Alcuni guerrieri che aiutarono a riconquistare la citta  dai turchi, e morirono durante la battaglia.
Ancora una volta vorrei ringraziarti dellabellissima esperienza ad Otranto, vi auguro buon lavoro e molti studenti!

Hans- Dieter from Germany

Cara Barbara,
Vorrei ringraziarti per due settimane meravigliose. Senza il tuo corso d’italiano il nostro soggiorno fosse solo metà-meraviglioso, ci sentissimo come turisti normali. Ma così abbiamo potuto sentirci come turisti inaugurati. Hai riuscita a esplicarci i misteri del congiuntivo e più ci hai introdotto in molti temi interessanti e importanti: per esempio tarantismo, la vita d’Italia di Sud, la cucina con fave e orecchietti, il castello del monte (che abbiamo ancora visto).
Nonostante tu abbia parlato anche su aspetti critici ho pensato che sia importante per me di portare qualcosa del modo pugliese di vivere in Germania. Ma non appena sono ritornato a casa sono diventato di nuovo un uomo tedesco normale agitato per cose piccolissime. Quindi è necessario per me di ritornare.
Arrivederci e tante grazie, 
Hans

Samanta from Croatia

Cara Barbara,
non avevo tempo di scriverti prima, ma non volevo che le impressioni delle mie due colleghe rimassero non scritte e dette a te e alla scuola della quale ti occupi.
Dunque, dopo tutte le fatiche per organizzare il viaggio con treni non sempre puntuali, Sandra e Karmen sono riuscite a venire a Otranto piene di impressioni del viaggio, con un alloggio in un apartamento bellissimo, con la festa del padrone nella citta‘ stupenda. Questo e‘ quello che riguarda le cose tecniche dell’organizzatore del corso…

E per quello che riguarda il corso… dopo dieci minuti del racconto com’e era, cosa hanno fatto, chi faceva parte del gruppo, le attivita‘ che avete realizzato, i testi che avette letto, le risate che avete fatto, posti che avete visitato e la storia della pasta e cartapesta che era tutto organizzato ad un livello molto alto, non potevano non menzionare il tuo nome in tutte le frasi che mi hanno detto.

In una parola, ti dico come ti hanno descritto: Se esiste la perfezione nel insegnamento e nel modo di spiegare, fare, racoontare con passione, Barbara e‘ un grado di piu‘ di questa perfezione!
Ti ho detto tutto?

Ti ringrazo di tutto cio‘ che hai fatto per aiutarmi il viaggio delle mie colleghe e tra una settimana abbiamo la riunione di tuti gli insegnanti della scuola dove loro due avranno la presentazione del loro viaggio e del tempo vissuto con voi. Puoi immaginare le loro emozioni mentre parlerano della settimana passata.

Ancora una volta grazie di tutto s spero non sia l’ultima volta per i miei insegnanti di essere stati a Otranto.
Samanta

Mireille from France

Ti auguro molti successi nella tua vita. Sei un insegnante bravissima. Da quando ho seguito il tuo corso, ho sempre più voglia di parlare e leggere in italiano.
In questo momento sto leggendo il romanzo di Milena Agus e Luciana Castellina  ‘Guardati dalla mia fame’ che parla d’avvenimenti poco conosciuti -almeno di noi francesi- del dopoguerra in Puglia.
Un abbraccio,
Mirella

Julia from Germany

Cara Barbara,
volendo scriverti una cosa molto significativa e commovente per me nel e-mail precedente, ho dimenticato di rispettare la giusta grammatica.
Quante volte ci hai ripetuto che, dopo „anche se“ non va il congiuntivo – e cosa faccio io? Ce lo metto.
Allora, ancora una volta:
Anche se non ci dobbiamo rivedere mai più, ciò che non spero affatto, non hai trovato solo un´amica in me, ma anche una sorella.
Adesso mi piace. Ancora tanti saluti da Julia

Jürgen from Germany

Liebe Barbara,
inzwischen bin ich bereits wieder zwei Wochen in Essen.
Aber die Eindrücke von Apulien und besonders von Otranto gehen mir nach.
Es war eine schöne Zeit.

Herzlich danke ich noch einmal für die kurzfristige Möglichkeit eines Sprachkurses bei Euch. Angelo hat mich gut begleitet und motiviert zum Lernen. Seine Anregung, täglich das Evangelium in italienischer Sprache zu lesen, habe ich aufgegriffen und schon umgesetzt. Bitte richte ihm einen herzlichen Gruß aus.

Ich plane weiterhin für April 2015 einen erneuten Aufenthalt in Otranto und möchte den Sprachkurs fortsetzen. Vielleicht kannst Du mir zu gegebener Zeit Eure Kurs- angebote senden. Ich kann mir allerdings ebenso vorstellen, den individuellen Kurs mit Angelo fortzusetzen.

Mit guten Wünschen für Deine Arbeit und frohen Grüßen aus Essen
Jürgen

Edda and Detlef from Germany

Cara Barbara,
speriamo che stai bene
Perdonarci per escrire cosi in ritardo. Come sai, siamo  pensionati che non hanno mai tempo.
Speriamo che ti ricordi Edda + Detlef di Francoforte sul Meno.
Ogni giorno che siamo arrivati d’Otranto abbiamo pensato a te e volevamo ringraziare per la tua insegnamento magnifico. Lo fai eccellente
Abbiamo imparato molto dell’Italia,la cultura, la lingua, tarantismo, il inno nazionale, etc., etc.

Grazie per la tua pazienza
Tanti saluti cordiale

PS: Speriamo che non abbiamo fatto molti errori

Mit freundlichen Grüßen / Best regards
Edda + Detlef

Aline from Belgium

Cara Barbara,
Voglio ancora ringraziarti per le due settimane che ho passate da voi, non solo perfezionando  il mio italiano, ma imparando tante cose su la vostra regione e la vostra cultura.
Siete veramente bravissimi!
Grazie a voi, i miei ricordi saranno bellissimi.

Cordiali saluti a tutti e due Aline

Marie from U.S.A.

Ciao Barbara!
Continuo di parlare della mia  molto piacevole esperienza alla Scuola Porta-D’Oriente e nella citta d’Otranto.  Ti ringrazio per la tua aiuto di farmi commoda in Otranto e alla scuola. Il livello dell‘ istruzione alla scuola e superiore esplorando tante cose molto interessante allo stesso tempo aiutando gli studenti  di capire ed usare  meglio la lingua italiano.
Gli escurzioni  ben organizzati e molto informativi dentro e intorno della citta di Otranto  erano  supplementario della materiale presentato nelle classi in aggiunto ad essere molto piacevole.
La citta di Otranto e piccola e ci sono molte opportunita di parlare con gli abitanti ed anche per essere una parta della vita quotidiana invece di essere al solito una turista. Questa parte di Puglia ha tante posti di bello  e molte posti interessantei di esplorare.

Prima di partire ho detto che per me con nonni nati qui e parenti in Puglia e Campania  e con la mia cittadinanza italiano, di essere in Italia e piu di un esperienza turistica.  E un opportunita di imperare la storia della paese d’Italia e mia familigia nel passato e nel presente.

Dopo il tempo a Puglia, sono andata a Napoli ed a Roma.   Al museo archaeologico a Napoli ho visto questo mosaica che mi fa pensare della lezione sul tarantismo!  E lo stesso foto che tu hai usato o un altro?
Anche per piacere mi spedire la link per la pubblicitta  con la donna di moda (amante e sorella).
Naturalmente vorrei ritornare alla scuola ed Otranto per almeno due settimani. Come e evidente nel mio messaggio piena di sbaglii, devo continuare a studiare la lingua italiano!  Nella mia paese, ho una brava insegnante italiana nata a Roma, ma l’esperienza di studiare qui e tutto diverso di studiare in Otranto.

Lidwine from Holland

Carissima Barbara!
Come stai? Tutto a posto?
hai dipinto in estate?… comincio questa fine settimana…
Che bello di vedere qualche quadri di te!! e di lasciar vederti i miei!!

Paul lavora, ma come pensionata posso fare che voglio, quando non ho fatto appuntamenti, non devo prendere cura per i miei bambini, non devo fare sport e non devo dipingere…. Mi sento davvero felice!

Con piacere ho fatto tempo per scriverti oggi e per spedirti e vi qualche foto speziali di noi a Otranto, nel Salento e alla scuola tua. Ti piaciono?
Non usiamo facebook o twitter, ecc,  ecco perchè le foto cosi.

Che bel tempo abbiamo avuto a Otranto! Per noi vacanza è anche un periodo per fare nuovi contatti e amici, parlare insieme e godere delle cose speziale!
Alla scuola vostra era un periodo molto interessante e con tante sfide.
Abbiamo godito dei escursioni con Angelo e con te. Il Salento davvero e bello e le storie sono (raccontato!) molto interessante! Voi sapete moltissimo!!!
E la pizzica non dimenticiamo mai!!! che bello…

La terza settimana con te, Barbara, era un periodo speziale per me, corto ma intensivo, con cuori caldi e anime con luce… e lo sento ancora adesso.
Per me era una classe ottima: piccola, tutti e tre musicisti e tutti non cosi giovane…

E tu, come insegnante, hai il talento amabile di bene ascoltare e comprendere il senso, sapere che cosa è il piú importante nella vita e di dare un sentimento caldo agli studenti / uomini!
Grazie anche per l’aiuta: hai sempre parlato chiaro per me e ho sentito e capito tutto, per fortuna! Grazie per la comprensione e per aver ascoltato a e aver capito le nostre proposte! Era importante per noi.

Per Paul e me anche era speziale sentire del castello dei Monti!
L’atmosfera mi faceva ripensare a e risentire la mia ‚quasi morte‘ esperienza e raccontarvi di quello era molto emozionante per noi tutti.
Grazie per avere l’orecchio e il cuore aperto per quello!

Penso che anche per te fosse stata una settimana speziale con noi tre?…
Per me e per Paul era davvero una settimana buonissimo con te e Pamela, ha riscaldato l’anima en il cuoro!

Mille grazie per tutto!
Quando avró fatto un quadro speziale del periodo-Salento, ti manderó… chissa?? e quando??…

Cordiali abbracci di noi, Paul ed io, Lidwine

Kees, Isabelle and Alex from Holland

Cara Barbara,
Dopo un buon viaggio siamo tornati in Olanda.
Abbiamo goduto di due settimane belle.
Ti ringraziamo ancora una volta, che ci hai insegnato non solo la lingua italiana, ma anche la cultura.
Ci è piaciuto molto tutte le tue belle storie sul significato del Tarantismo.
Quindi abbiamo poter vedere en sentire tanto vicino alla vita della gente del sud.
Abbiamo goduto della danza traditionale, della musica e del fare la pasta.

Saluti Kees, Isabelle e Alex.

Sylke from Germany

Gentile Signora Barbara,
ora e esattamente un anno fa, che io ho fatto un corso d’Italiano nella Scuola Porta d’Oriente.
Mi ricordi con piacere alle lezioni da voi. Nella questa settimana ho imperato molto di nuovo sulla regione e in Italiano. E per le conversazione nelle lezioni ho potuto pratticare la conoscenza nuova. Nella nostra regione si deve cercare a lungo per queste lezioni….

Allora..tanti saluti…anche a Patrizia e una buona estate……

Sylke

Elio Baldi from Holland

Cara Barbara,
sono di nuovo sotto il cielo grigio dell’Olanda e voglio ringraziarti ancora una volta delle lezioni che mi hanno dato tante nuove idee e tanta ispirazione. Ho ammirato molto la passione che metti in ogni lezione e il modo in cui sei riuscita a integrare la libertà, la dinamica e personalità diverse in lezioni che pur sempre hanno un chiaro argomento, che non sono crescono solo a caso, ma forse secondo una regola d’oro nascosta, come una conchiglia.
Ho letto il peso della farfalla e mi è piaciuto molto. Già i protagonisti insoliti, antieroi ai margini della società, mi piacciono: apre una nuova prospettiva sul mondo, cosa a cui secondo me ogni scrittore dovrebbe mirare. Ma allo stesso tempo De Luca non scrive con troppa enfasi, presenta il tutto come se fosse ‚piccolo‘, umile, mentre i temi sono grandi e importanti (in questo rispetto, e anche per il paesaggio e il tema, mi faceva pensare a ‚casa d’altri‘ di Silvio D’Arzo, non so se lo conosci?). Invece di mirare alla spettacolarità o alle parole grandi, altrettanto ‚metafisiche‘ che vuote, sgonfia le sue frasi per presentare una specie di scheletro dell’esistenza e dell’umanità (mi fa pensare a un titolo di Benni che andrebbe molto bene in questo contesto: ‚la grammatica di Dio‘. La vita di questi personaggi, camoscio, uomo e farfalla, mi pare davvero la grammatica di Dio).
Anche Castrignanò mi piace, ma per una ragione molto più semplice: mi fa ballare.
È bello studiare benedetto da sole e mare, e se avessi potuto fare il dottorato a Otranto non avrei esitato neanche un secondo. Per ora, mi accontento con la possibilità di tornare.

Un caro saluto,
Elio

P.s.: adesso ho cominciato a leggere un romanzo di Milan Kundera che si chiama ‚la lentezza‘. È un po un elogio della lentezza, di cui abbiamo parlato nella lezione. Forse ti interessa. Poi, mi sono anche ricordato di un libro che si chiama ‚Andare a piedi. Filosofia del camminare‘, che è anche, in un modo, un elogio della lentezza.

Gabrielle from UK

Ciao Barbara,
volevo soltanto ringraziarti per una settimana molto interressante. Non penso che avrei colto la metta di quanto ho colto a porposito di cristo si è fermato a eboli senza te!  Oggi commincio il mio pellerinaggio carlo levi improviso: vado al museo a matera questa mattina poi guido verso Stigliano.   Grazie ancora!
G

Julia from UK

Ciao Barbara and Angelo,
I tried to say goodbye today at the school but no one answered the buzzer. I wanted to tell you what a wonderful time I had at school and meeting such lovely people like you. You made my experience a great one. I hope to return to Puglia in Octobre please stay in touch.
lots of love
Julia

Gérard from France

Ciao Cara Barbara
Come stai? hai ancora corsi adesso?
Vorrei bene conoscere le date del’anno prossimo in settembre; avevo previsto dal lunedi 16 settembre per due settimane, oltre affitare il sesto appartamento, si è possibile. Prima l’arrivo a Otranto, vorremmo visitare la stupenda regione della Puglia
Ogni giorni, facio..l’italiano con grande piacere. Facciamo passegiate a piedi e a la metà novembre una crociera sul Mediterràneo occidentale a bordo della nave”Costa Deliziosa”. A proposito, non te avevo detto cha avevo fatto un studio psicologico del  comandante Francesco Schettino durante una conferenza consacrata alle cause tecnice e  mancamenti umani spiegando il naufragio improbabile del “Titanic”.
Nicole ed Io abbiamo un eccelente ricordo del nostro soggiorno a Otranto, la sua storia sconvolgente, le bellezze dell’architettura, sua cultura commovente, sui paessaggi bellissimi, la gente cosi gentile e accogliente.
E naturalmente la “Scuola Porta d’Oriente”, sua direttrice cosi simpatica,suo talento a svegliare la curiosita degli allievi appassionati per suo fascino e… discorrendo!!!
Sperando una risposta pronta,ti invio saluti cordialissimi, cara Barbara, a condividere con tua famiglia, tue colleghe e Angelo.

Gérard

Dagmar from Hungary

Cara Barbara,
ancora una volta mile grazie per il tuo aiuto!! Adela é una delle mie amice piu strette, una cantante e musicista bravissima e anche come persona é fantastica.
Ho cercato di darle coraggio per andare in Italia a fare il corso d´italiano da te  – cioé – senza fare complimenti falsi – il migliore corso e modo d´insegnamento che ho mai visto, sentito e visuto… Anche i tuoi „Ragazzi, che ne pensate?“ o „Dagrmar, ti ammazzo!!“ restano per sempre nella mia mente e cuore – per me e stato un regalo grande di poter frequentare il tuo corso (inoltre – neanche Otranto  é male……) Da te ho imparato tanto pensando non solo alla miglioranza dell´mio italiano. (Fin adesso ho perso molto essendo senza prattica). Il corso ad Otranto era l´ultima borsa dello studia della mia vita. Finire la mia „carriera“ a quell´modo é una sensazione molto piacevole.

Per Adela – lei ha paura di essera da sola in Italia e dover parlare solo Italiano!! Le ho detto che deve pensare in un altro modo – non avere paura di fare un „cretino“ che non capisce che dice „la Barbara“, che si perde nella sittá di Otranto etc. etc.

La esperienza essere nella pelle di „il piu stupido della classe“ é nei primi momenti frustrante peró poi ti aiuta di rilassarti é poter ascoltare,  accettare e conquistare „le cose che ci danno gli altri“. Appena  rinunci ad dover essere il/la migliore, la vita diventa piu facile (almeno per me).
Per poter parlare e imparara la lingua non devi vergognarti peró cercare e prendere ogni pssibilita di comnucare con i madrelingua, anche se in modo   non coretto forse comico etc.
Io ho goduto con tutte le cellule di mio corpo ed anima (se le ha..) il genio italiano e lo stesso spero per Adela.  Sono sicura che nelle tue mani lo riesce.

P.S. Vorrei vederti – forse – veramente a Praga (sei gia stata? – anche se sí, si puo vedere piu volte e ci sono anche altre cose da vedere)

Faccio a vederle il tuo suono – tamburo – filmata fatta nella classe. Lei sará sicuramente entusiasta!! Perche come insegnante ceca di musica erá sopresa e afascinata che si possa insegnare tamburo.

P.P.S. Sperando di non aver fatto troppi errori e aver spiegato che volevo

con abbraccio affettuoso

Alla from Russia

Cara Barbara,
Spero che mi ricordi un po‘, io invece vorrei dirti che ti ricordo spesso con grande simpatia e gratitudine. Ho imparato da te molte cose e non solo quelle che riguardano l’italiano :))) Percio‘ volevo ringraziarti di nuovo e farti mille auguri per il Natale e l’Anno Nuovo. Ti auguro che la scuola fiorisca e tu insieme a lei :)))) Spero che un giorno tu possa affidare i tuoi cani e gatti a qualcuno e per qualche giorno venire a Mosca. Ti aspetto sempre a braccia aperte! Balliamo la pizzica sulla Piazza Rossa!
Ti abbraccio.
Alla

Kathy from U.S.A.

Ciao Barbara
Vorrei ringraziarti per le due settimane alla Scuola Porta d’Oriente. Ero molto contenta con tutti: le lezione, le insegnante, le escurzioni, il mare, il mio appartamento, l’amicizia, ecc. Tutto di voi e la gente lì erano gentile e di aiuto, e l’atmosfera era rilassante e divertente.

Sembrava che tu, Angelo, Cosimo, le insegnante e gli studenti fossero come una famiglia, e ora ho alcune nuove amiche con cui posso comunicare per email.

Aprezzavo la tua conoscenza della storia del Sud; inoltre Angelo era una guida turistica formidabile!

Patrizia e Federica erano insegnanti eccezionali, molto gentili e affettuose.

Non volevo partire, infatti l’ultima giorno mi è sentita lacrimosa.

Spero che la tua vita vada bene in ogni aspetto!

Saluti!
Kathy

Lorenza from Germany

Cara Barbara,
sono bene arrivata ieri, grazie del pensiero.
È stato molto bello da voi; colma di ricordi, che adesso vanno raccontati e saranno ben conservati.
Il vostro entusiasmo per la vostra terra, la possibilità di avvicinarsi e aprirsi di più a questa grazie alle vostre spiegazioni e gite, la cordialità della gente, la luce e il caldo – tutte esperienze bellissime.
Le tue melanzane sott’olio sono molto buone. Quando una volta di viene la voglia, spiegami come e quanto aceto ci metti quando – questo tratto nella preparazione mi manca.
Può darsi che abbia perso nella stanza che abitavo un cucchiaio da cucina di legno d’oliva. Potresti per cortesia chiedere alla persona che l’ha pulita, se l’ha trovato?
Stammi bene e un saluto ad Angelo!

Madeleine from Canada

Hello Barbara,
Déja 15 jours depuis mon départ d Otranto, ça passe si vite-

Spero che dalle tue parti, continua la dolcezza della fin‘ estate , qui é arrivato l’autunno, é l’inverno…  4 grado oggi-
Mi é piaciuto molto  il mio soggiorno a Otranto, il tipo di scuola mi conviene perfettamente ( il luogo é molto simpatico, non tropo studenti)

Per quanto riguarda la qualità dell’insegnamento proposto, l’ho trovata excellente-
E importante per me, ringraziare le mie due professoresse, Patrizzia (  3 settimane  Federica una ) per le loro competenze pedagogiche, la loro pazienza e il loro entusiasmo  mi hanno permesso d’imparare velocemente.
Non ho sentito il tempo passare- Grazie mille anche per il curso di Andrea-

Mi rincresce solo non avere avuto piu tempo per parlare con te piu a lungo, della vita nel Sud, della tarentella, de tu progetto-
Mi piacerebbe molto tornare nel Salento e realizzare intervista- Conto su di te  per  andare incontro a persone interessante –

A bientôt, entre Italie et Suisse-Amitiés-
Madeleine

Ps, dés que mon fils revient de Bruxelles, je lui demande de t’envoyer la vidéo di danza-

Kitty from Japan

Ciao Barbara e tutti
Vorrei ringraziarvi per tutto. Mi sono divertita ad Otranto.
Veramente, è un paese bellissimo. Non dimentico mai come ospitale la gente locale lì…

Anche mi sono piaciute tantissimo l’escursione organizzate da voi.
Eravate così appassionati e le spiegazioni erano chiare e interessanti. Adesso, so un po‘ di più dell’italia. Anche grazie a Federica per le lezioni a scuola. Alcune espressioni che abbiamo fatto sono molto utili. Non vedo l’ora di usarle.

Allora, ecco delle foto che ho fatto con voi.

A dopo!
Kitty

Peter from Germany

Cara Barbara,
Sono tornato bene e dopo due settimane qui in Germania -con la poggia e temperature di 13 gradi – mio soggiorno a Otranto mi sembra un sogno pieno di ricordi ed esperienze bellissime.
Mille grazie anche per tuoi lezioni interessantissime che mi sono davvero piaciute e che mi hanno non solo migliorato mio Italiano ma mi hanno dato anche tante idea nuove – sono securo che in futuro il Salento sara tra le mie regioni preferite in Italia.
A proposito: potresti mandarmi i link per i seguenti temi che abbiamo discuso in classe: tarantismo – Barilla – Castello del Monte – Salento Greco.
Ha trovato una piccola collezione di foto che ti spedisco – quando ho il tempo di prepararlo ci sara un DVD.

Tanti saluti dalla Germania

Britta from Denmark

Cara Barbara,
Ecco gli auguri di buon Natale dalla Danimarca. Spero che non ti sei già dimenticata di me. Sono la danese senza la valigia e ho frenquentato la scuola una settimana in settembre.
Ti scrivo anche per dirti che il mio soggiorno a Otranto è stato una grandissima esperienza per più motivi, fra l’altro le tue lezioni. Insegni in un modo molto entusiastico e competente che rende interessante quasi qualsiasi argomento. Ho ancora ricordi abbastanza precisi della costruzione del Castel del Monte e il significato dei diversi formi geometrici, dell’analisi delle pubblicità di Barilli, della tua introduzione al film “Cristo si è fermato a Eboli”. Soprattutto la tua spiegazione della pizzica mi ha impressionata. Mi ha mostrato una parte della vita femminile al Sud di cui ne sapevo poco in avanti. Raccontandoci queste cose mi hai allargato la prospettiva della vita salentina. Sei veramente brava!
Ho già deciso di tornare a Otranto l’anno prossimo in settembre. Viene anche il mio marito che ha voglia di imparare un po della lingua.
Non so se ricordi ma ti ho raccontato del mio sogno di trasferirmi in Italia, preferibilmente Salento, per un periodo e forse trovare un lavoro come insegnante d’inglese. Secondo te, sarebbe veramente possibile questo? Hai qualche contatto, qualche consiglio? O è solo un sogno non realistico?
Finisco il mail con gli auguri di un buon Natale e felice anno nuovo a te e tutta la tua famiglia.
Un abbraccio e saluti da Britta

Clicca sulle icone per scorrere – Click on the icons to scroll

Porta d’Oriente | Italienische Sprachschule

Via Antonio Primaldo, 70 – 73028 Otranto – Lecce – Italy
0039 338 4562722 info@porta-doriente.com www.porta-doriente.com

Die Schule Porta d’Oriente ist:

università di perugiaOffizieller Sitz (anerkannt von der Universität für Ausländer von Perugia) für die Prüfung DILS-PG und CEDILS (für Ausländer und italienische Lehrer, die Italienisch lehren möchten)
università germaniaOffiziell von der schwedischen und deutschen Bildungsbehörde anerkannt
università venezia ca foscariVorbereitungszentrum für das CELI, PLIDA und das CILS-Zertifikat (Zertifikate für Italienisch als Fremdsprache; sie werden vom Außenministerium anerkannt).
csn sveziaDie italienische Sprachschule Porta d’Oriente wird von den schwedischen Behörden offiziell anerkannt (Vår skola är godkänd av och Högskoleverket)
programma socrate comeniusUnsere Schule steht auch in Kontakt mit den Nationalagenturen Erasmus PLUS und anderen italienischen Sprachschulen auf der ganzen Welt, um ausländische Italienisch Lehrer auszubilden
top

Die Website verwendet Cookies, einschließlich Cookies von Drittanbietern. Durch Klicken auf AKZEPTIEREN stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Um die Zustimmung zu verweigern, klicken Sie auf VERWEIGERN. – DatenschutzbestimmungenInformationen zu Cookies